Se passate dalla Romagna c’è un paesino tipico dell’entroterra dove troverete delle patate buonissime per preparare gli gnocchi. Stiamo parlando di Montescudo.

Qui tutti gli anni in Agosto si organizza la famosissima “Sagra della Patata”, una sagra che affonda le sue radici nelle tradizioni del territorio dell’Appennino riminese. Qui potrete assaggiare le tante declinazioni di questo tubero di importazione che piace a tutti, grandi e bambini.

Gli gnocchi sono un must delle trattorie in Romagna e di solito vengono accompagnati dai sughi tradizionali al pomodoro o al ragù, ma non è insolito trovarli accompagnati da qualche condimento con i formaggi del territorio.

Come ricetta vi proponiamo la più semplice, quella che potrete ritrovare anche nei ricettari dell’Artusi, gastronomo e scrittore romagnolo di inizio secolo scorso.

Ingredienti

  • Farina “0” 300 gr
  • Patate 800 gr

Preparazione

Lava le patate, intere e con la buccia, quindi lessale in acqua fredda. Il tempo di cottura dipende naturalmente dalla grandezza della patata, ma di solito almeno 30 minuti dal momento in cui l’acqua inizia a bollire.
Pelale da calde, quindi con lo schiacciapatate versale al centro del vulcano creato con la farina e inizia ad impastare.
Senza impastare troppo, crea un panetto dalla consistenza morbida e omogenea.
Prendi un po' di impasto alla volta e procedi alla creazione di lunghi bigoli da cui taglierai i tuoi gnocchi.
Se vuoi passa gli gnocchi su una forchetta per rigarli. Infine spolvera gli gnocchi ottenuti con della semola.
Per la cottura, versali in abbondante acqua salata a cui puoi aggiungere un poco di olio, quindi scolali quando verranno a galla e condiscili a piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *